Spoleto

Aggiornato il: 30/04/2016

Ponte del 2 giugno, un weekend o una vacanza estiva in agriturismo a Spoleto, la location perfetta sia per un viaggio in coppia, in famiglia o per gruppi di amici!

Spoleto offre al visitatore più itinerari di visita, racchiudendo in sé diversi punti di interesse e tante bellezze. Quindi non lasciatevi sfuggire l’occasione: prenotate subito in uno degli agriturismi di Spoleto e tuffatevi alla scoperta della città!
Si parte dalla maestosa Rocca Albornoziana: simbolo di Spoleto, domina la città, testimoniando la presenza dei papi e dei governatori a Spoleto in epoca remote. La Rocca, delimitata da alte mura perimetrali, alternate da sei torri squadrate, si divide in due aree distinte:

  • il Cortile d’onore, con il Museo nazionale del Ducato e uno spazio polivalente per mostre, concerti e convegni;
  • il Cortile delle armi, con un teatro all’aperto.

Il Giro della Rocca è una passeggiata panoramica da svolgersi sulla cima del colle Sant’Elia, intorno alla Rocca Albornoziana: da qui la vista si perde sulla meravigliosa valle di Spoleto e sulla Cattedrale.

Per chi cerca il confort Spoleto offre una breve galleria che conduce sia alla Rocca che alla parte bassa del centro storico: gli ascensori sono inseriti in un percorso meccanizzato  di otto blocchi di scale mobili che in pochi minuti collegano quest’area con:

  • il quartiere della Ponzianina;
  • corso Garibaldi;
  • Basilica di S. Salvatore, diventata patrimonio mondiale dell’UNESCO;
  • la Chiesa e Monastero di San Ponziano.

Goethe lo descrisse nel suo Viaggio in Italia e il pittore inglese Turner lo ritrasse in uno dei suoi capolavori: parliamo del Ponte delle Torri di Spoleto. Questo ponte unisce la Rocca e il Monteluco, è lungo 230 metri e alto 82, pare sia stato edificato tra il Duecento e il Trecento, dopo il saccheggio di Spoleto da parte del Barbarossa.
L’impero romano avvolge il visitatore di Spoleto nella suggestiva cornice del Teatro Romano (I sec. d.C.) dove ancora oggi vanno in scena diverse rappresentazioni e vari spettacoli.

A voler stilare una lista di luoghi da visitare a Spoleto citiamo ancora:

  • Palazzo Mauri (sede della Biblioteca comunale);
  • la chiesa di Sant’Ansano e la Cripta di Sant’Isacco - (Secoli XI-XVIII);
  • l’Arco di Druso e Germanico;
  • Piazza del Mercato;
  • Palazzo Leti Sensi (era il Palazzo del Podestà, poi storica sede del Consorzio della Bonificazione Umbra, ora utilizzato per mostre ed esposizioni).

In Piazza del Duomo c’è la Cattedrale di Santa Maria Assunta, esemplare edificio di architettura romanica, che ospita affreschi del Pinturicchio e di Filippo Lippi.
Celebre dal 1958 per il Festival dei Due Mondi, ogni estate Spoleto è la cornice del festival ideato dal Maestro Giancarlo Menotti, durante il quale artisti di tutto il mondo si esibiscono in spettacoli, danze e concerti, in un autentico tributo a tutte le forme d’arte.

Ma scegliere un soggiorno in agriturismo a Spoleto significa anche concedere il palato alle specialità dell’Umbria. Dal tartufo nero, protagonista indiscusso della cucina spoletina, al rarissimo sedano di Trevi che, grazie al suo cuore tenero e carnoso e al sapore deciso, può essere gustato sia crudo con l’olio di Trevi sia "alla parmigiana". Per finire in dolcezza concedetevi la crescionda, un tipico dolce a base di uova, farina, cioccolato, amaretti e mistral.

Scriveva Hermann Hesse alla moglie: "Spoleto è la scoperta più bella che ho fatto in Italia […], c’è una tale ricchezza di bellezze pressoché sconosciute, di monti, di valli, foreste di querce, conventi, cascate!” Se l’Umbria è la vostra meta, ma siete indecisi sull’itinerario, fidatevi di Italia-Agritur: un agriturismo nella provincia di Perugia saprà soddisfare tutte le vostre esigenze!