Sagne ncannulate del Salento

Pubblicata il: 04/11/2013 11:10

Le sagne ‘ncannulate, ovvero attorcigliate, appartengono alla tradizione salentina, dove si preparano il giorno di Pasqua e dell’Epifania. La loro forma arrotolata, oltre che renderle belle a vedersi, le rende particolarmente adatte a trattenere il sugo. Il condimento più usuale è pomodoro e casu-ricotta, cioè un formaggio piccante ricavato dalla ricotta.

INGREDIENTI

500 gr di farina di grano duro - sale - acqua

Stendete la sfoglia preparata con farina, acqua tiepida e un pizzico di sale, ricavatene delle strisce larghe un paio di centimetri. Avvolgete ciascuna striscia attorno alla punta del dito indice, con l’altra mano tirate delicatamente il capo rimasto libero: si otterrà così un nastro di pasta attorcigliato su se stesso. Piegate a metà la sagna così ottenuta e disponetela su un piano infarinato. Lasciate asciugare le sagne e poi cuocetele in acqua bollente salata. Condite con salsa di pomodoro e formaggio di ricotta o pecorino.

Gli agriturismi in Salento di Italia Agritur vi augurano buon appetito!