La Crostata di Rina

Pubblicata il: 19/03/2014 17:47 da SAN LUIGI

Rina era una carissima amica di famiglia, quando ero bambina ricordo che ci dava sempre una mano a preparare i pranzi per le grandi occasioni. Utilizzava esclusivamente prodotti naturali della terra. Pubblico questa ricetta in ricordo della sua generosità: Rina diceva sempre che le cose che lei sapeva fare era giusto non finissero con lei, ma che si tramandassero di generazione in generazione.
Gli ingredienti sono semplicissimi, ma il risultato finale è ottimo, soprattutto se si usa la marmellata fatta in casa. Noi utilizziamo principalmente la marmellata di susine, quelle del nostro giardino... che maturano con il sole della Maremma, sono succose e buonissime, ma si possono adottare anche altri tipi di marmellata: albicocche, pesche, ciliegie, fragole, mele, fichi. Questi frutti sono per noi reperibili tutti nella nostra tenuta di campagna, ma va benissimo se viene utilizzata confettura di frutta già pronta...


INGREDIENTI

3 uova - 200 gr di zucchero - succo di mezzo limone e una scorza intera - 50 gr di burro possibilmente lasciato ad ammorbidire a temperatura ambiente - 2 cucchiai di olio esclusivamente extravergine di oliva - 2 cucchiai di Vermouth - 1 bustina di lievito per dolci - farina q.b. (il meno possibile)

Sbattere le uova con lo zucchero, aggiungere il succo e la scorza del limone, il burro, l'olio, il Vermouth, la farina e il lievito setacciato. Stendere un sottile strato di pasta in una teglia precedentemente imburrata e infarinata lasciandone una parte da utilizzare come decorazione finale.
Ricoprire la pasta con la confettura e stendere con il mattarello delle striscioline per decorare la crostata.
Nel mio forno la crostata di Rina si cuoce a 180 °C per 40 minuti, infornare dopo aver preriscaldato il forno per 5 minuti.
In alternativa con gli stessi ingredienti si possono ottenere dei buonissini biscotti... in questo caso è consigliabile raddoppiare le dosi.