Vacanze con gli amici a quattro zampe in agriturismo

Aggiornato il: 15/07/2011

Chi sceglie di trascorrere le vacanze in agriturismo con il cane o il gatto al seguito oggi ha più possibilità rispetto a qualche anno fa, anche se la situazione varia molto da regione a regione.

In generale, in Italia circa il 29%  delle struttre ricettive rurali aprono le porte agli animali domestici, in aumento rispetto al 27% di due anni fa. Sono soprattutto le regioni del Nord quelle che contano la maggior concentrazione su base regionale mentre al Sud l'accoglienza agli amici a quattro zampe è ancora scarsa.

Per scendere nel particolare, tra le regioni che contano la maggior concentrazione su base regionale di strutture pet-friendly, dopo il Piemonte (con il 39,5%) e la Valle d’Aosta (con il 39,4%) troviamo il Friuli-Venezia Giulia (36,6%), il Trentino-Alto Adige (36,1%) e l’Emilia Romagna (35,2%)
Al fondo della classifica la Campania con il 13.7% e la Lombardia, con il 19,9%.

Se si passa a osservare il numero assoluto su base nazionale di agriturismi disponibili per vacanze con cani e gatti, a trionfare è il Centro e in particolare la Toscana, dove si concentrano il 18,7% degli agriturismi italiani aperti agli animali. A seguire l'Umbria, che rappresenta il 15,4% dell'offerta nazionale.