Un itinerario per Pasqua: la terra di Bari

Aggiornato il: 16/02/2013

Regione: Puglia

Per chi vuole trascorrere le vacanze di Pasqua in una terra intrisa di spiritualità, arte e natura, la proposta di Italia Agritur è un itinerario attraverso la Puglia, in particolare nella regione delle Murge, intorno a Bari. La zona intorno al capoluogo è caratterizzata da centri cittadini anche piuttosto popolosi sulla costa e da campagne poco abitate all’interno, in cui sono disseminate le tipiche masserie, antichi complessi agricoli con un vasto terreno intorno, spesso fortificati. L'altopiano delle Murge è protetto da un Parco Nazionale, punteggiato da borghi di origine medievale.
Un soggiorno in agriturismo completerà al meglio la scoperta di questo territorio, dei suoi sapori e delle sue tradizioni.

Bari

La città vecchia, col suo dedalo di vicoli tortuosi e di piazzette, sorge su un promontorio e custodisce importanti monumenti risalenti al Medioevo. La Basilica di San Nicola è uno dei più pregevoli esempi di architettura romanica in Puglia e custodisce le reliquie del Santo protettore della città. Anche la Cattedrale, dedicata a San Sabino, è un’insigne creazione del romanico pugliese. 
Il Castello Svevo fu fatto costruire da Federico II verso il 1235 su una struttura risalente alla dominazione normanna. Nel 1500 divenne la residenza di Isabella d’Aragona.

Molfetta

A metà via tra Bari e Trani, la città racchiude un borgo antico, aggrumato intorno al porto peschereccio, in cui spicca il Duomo Vecchio. Fu eretto a partire dalla metà del secolo XII in onore di San Corrado, è caratterizzato da tre cupole in asse e risente sia degli influssi arabi e bizantini sia di quelli romanici.
La Cattedrale nuova è invece barocca e conserva all’interno, in un'urna d'argento, le venerate spoglie del patrono S. Corrado di Baviera.

Trani

Fu nel Medioevo il centro mercantile più importante dell’Adriatico meridionale e, anche se perse nell’Ottocento il suo primato a favore di Bari, mantiene ancora oggi la sua vocazione commerciale. Monumento di indubbio pregio storico e artistico, nell’area storica del centro abitato, è la cattedrale del XII secolo, intitolata a San Nicola Pellegrino e definita la “regina delle cattedrali Pugliesi”. Accanto alla chiesa svetta l’aereo campanile a cuspide, alto quasi 60 metri.

Barletta

È famosa per la Disfida del 1503, che vide contrapposti i cavalieri italiani guidati da Ettore Fieramosca agli occupanti francesi e che viene ricordata ogni anno con una rievocazione in costume. Il Castello fu costruito, come altri nella zona, ai tempi di Federico di Svevia ma divenne poi proprietà degli Angiò e degli Spagnoli, che lo modificarono pesantemente.
A Barletta il romanico pugliese ha lasciato tracce nel Duomo, iniziato nel secolo XII in forme romaniche e ampliato nel 1300-1400 secondo lo stile gotico.

Andria

Il centro storico di Andria, cittadina assai cara a Federico II, è ricco di edifici religiosi e signorili, segni di un passato denso di testimonianze storiche. Ne sono un illustre esempio la Cattedrale e il Palazzo Ducale.
A pochi chilometri da Andria, Castel del Monte, caratterizzato dalla pianta ottagonale, con otto torri anch’esse ottagonali, fu edificato nella prima metà del 1200 per volere di Federico II di Svevia.

La Puglia è ricca di agriturismi e masserie: cerca su Italia Agritur l'agriturismo più adatto alla tua vacanza e organizza il tuo itinerario!
Scegli tra gli agriturismi della provincia di Bari o di Barletta, gli agriturismi delle Murge o gli agriturismi della Puglia.

Scegli tra gli agriturismi in Puglia