Per le feste di Natale l'agriturismo piace anche agli stranieri

Aggiornato il: 22/12/2011

Per le feste di Natale e di fine anno l'agriturismo è una delle scelte preferite di chi ha deciso di passare qualche giorno fuori.
E' vero che anche gli agriturismi devono fare i conti con la crisi e la tendenza al risparmio, ma secondo le stime di Agriturist (confagricoltura) saranno poco più di 230 mila gli italiani che trascorreranno le vacanze di Natale, Capodanno ed Epifania negli agriturismi, con una flessione dell'8% rispetto allo scorso anno. In compenso raddoppieranno i turisti stranieri.

In cima alla classifica degli amanti della campagna italiana compaiono tedeschi, inglesi e francesi.
L'agriturismo conferma di essere particolarmente gradito ai turisti stranieri grazie ai prezzi contenuti, ad un comfort ormai consolidato, alla qualità dell'offerta enogastronomica, all'opportunità di godere, in completo relax, di paesaggi, natura e tradizioni locali.

La durata dei soggiorni è ridotta però non si rinucia a festeggiare il Capodanno: molte le richieste di italiani per il cenone di Capodanno e la notte seguente, i turisti stranieri invece hanno prenotato in media soggiorni di 4-6 giorni.
Fra le zone più gradite spiccano gli agriturismi della Sicilia, della penisola sorrentina, del Chianti e del Senese.