Carnevale di Putignano: 619esima edizione

Aggiornato il: 17/01/2013

Regione: Puglia

Ami il Carnevale? Allora non perdere l'occasione di scoprire uno dei più belli: il Carnevale di Putignano! Metti qualcosa in valigia e parti con le offerte degli agriturismi vicino Bari!
Il Carnevale di Putignano è uno dei più antichi d’Italia: le sue origini si fanno risalire al 1394, quando, in occasione della solenne traslazione delle reliquie di Santo Stefano da Monopoli a Putignano per metterle al riparo dagli attacchi dei Saraceni, alcuni contadini si unirono al corteo che accompagnava le reliquie con balli e canti. Era il 26 dicembre e per questo, ogni anno, si iniziano i festeggiamenti di Carnevale proprio in quel giorno con la festa delle Propaggini, pluricentenaria tradizione nel corso della quale gruppi di poeti estemporanei declamano in dialetto versi satirici verso amministratori e personaggi noti della comunità. Poi, a partire dal 17 gennaio, in occasione della festa di Sant'Antonio abate, comincia un susseguirsi di appuntamenti, tutti di giovedì, in cui si organizzano spettacoli satirici su determinati gruppi sociali: i monsignori, i preti, le monache, i vedovi, gli scapoli, le donne sposate e i cornuti.
L’apice della festa si raggiunge, naturalmente, nelle settimane immediatamente precedenti al mercoledì delle Ceneri, con le sfilate dei carri allegorici per le vie della città. Come Viareggio, anche Putignano ha sviluppato una maestria artigianale invidiabile nell’arte della cartapesta. Attraverso i carri, si affrontano in chiave ironica e spesso sarcastica i temi politici, sociali, del costume e della morale di respiro nazionale e internazionale.
Alla vigilia del Martedì grasso va in scena il rito dell’Estrema Unzione: nella penultima sera di Carnevale, un corteo mascherato con paramenti sacerdotali e vestiti clericali si sposta per le vie del paese, declamando una esilarante biografia in dialetto del Carnevale morente. La finta processione vaga per le vie cittadine dalle prime ore della sera fino a notte inoltrata, fra locali e abitazioni, in cui i partecipanti al corteo si fermano chiedendo di essere rifocillati e dissetati.
La sera successiva, infine, a chiusura del lungo periodo carnevalesco, si tiene il Funerale del Carnevale. Un maiale di cartapesta, che raffigura il Carnevale, viene portato in processione e alla fine del corteo viene bruciato nella piazza principale del centro storico. In piazza viene issata anche la cosiddetta Campana dei Maccheroni, che scandisce gli ultimi minuti di vita del Carnevale con i suoi rintocchi.

PRINCIPALI EVENTI E RITI DELL'EDIZIONE 2013:
Giovedì  17 gennaio - Giovedì delle Monache
Giovedì 24 gennaio - Giovedì dei Pazzi
Domenica 27 gennaio - Prima manfestazione - Tributo a Felllini
Giovedì 31 gennaio - Giovedì delle donne sposate
Giovedì 2 febbraio - Festa dell’orso
Venerdì 3 febbraio - Seconda sfilata
Giovedì 7 febbraio - Giovedì dei Cornuti
Domenica 10 febbraio - Terza sfilata
Martedì 12 febbraio - Quarta sfilata

Per te che ami le vacanze verdi suggeriamo di abbinare al viaggio verso i luoghi del Carnevale a un soggiorno in uno degli agriturismi della zona di Bari.

Last minute in agriturismo

Scegli tra gli agriturismi in Puglia