Primi 8 mesi del 2011 positivi per l'agriturismo

Aggiornato il: 02/12/2011

In attesa del ponte dell'Immacolata e delle vacanze natalizie, che tradizionalmente fanno registrare buone performance di presenze in agriturismo, il settore comincia a tracciare i primi bilanci dell'anno 2011.

Gli agriturismi avrebbero visto un'affluenza molto positiva nel periodo delle ferie estive. Infatti, secondo uno studio di Agriturist sui sondaggi a consuntivo recentemente pubblicati dall’Osservatorio Nazionale del Turismo (ONT), l’agriturismo ha messo a segno, nei primi otto mesi del 2011, un sorprendente +16,5% rispetto allo stesso periodo del 2010. Il risultato assume ulteriore rilievo visto che il resto del turismo italiano è cresciuto solo dell'1,2%. Addirittura nei mesi di luglio e agosto l'aumento percentuale sarebbe stato del 34% rispetto all’anno scorso.

I motivi di questo risultato positivo per le strutture agrituristiche sono principalmente i prezzi stabili e una migliore promozione sul canale Internet, oltre alla qualità dell'accoglienza.
Il più alto gradimento per la vacanza in azienda agricola è stato espresso dalle famiglie.
Le stime e i dati provvisori per l'ultimo quadrimestre dell'anno non sembrano, però, altrettanto positivi anche se il ponte dell'8 dicembre e le feste di Natale e Capodanno potranno far rialzare la domanda di vacanze in agriturismo. Complici anche le offerte e i last minute che i gestori degli agriturismi in misura sempre crescente propongono ai clienti.

Per avere un assaggio delle proposte degli agriturismi per il ponte dell'Immacolata, si può visitare la sezione "Immacolata" di Italia Agritur.