L’agriturismo a Pasqua conta sui last minute

Aggiornato il: 05/04/2011

A Pasqua l'agriturismo ha sempre fatto registrare buoni risultati di presenze e, anche se la Pasqua 2009 non sarà da tutto esaurito in anticipo, l'arrivo della primavera, il desiderio di stare all'aria aperta e di riscoprire le specialità gastronomiche regionali, fa ben sperare i gestori delle strutture agrituristiche.

Malgrado la crisi internazionale e l'incertezza delle famiglie, tira aria di cauto ottimismo, soprattutto grazie alle offerte speciali, ai last minute e ai "pendolari" che dalle zone limitrofe arrivano in agriturismo per trascorrere una giornata in mezzo al verde, agli animali, alla tranquillità, alla buona cucina.

E' vero che le prenotazioni finora sembrano essere meno numerose, in particolare perchè è calata la domanda straniera: i visitatori americani, tedeschi e inglesi hanno diminuito la loro presenza in Italia e quindi si spera nelle famiglie italiane con bambini e nelle giovani coppie, che sembrano gradire sempre più natura e prodotti tipici.
Secondo un sondaggio di Confagricoltura, circa la metà dei posti letto degli agriturismi italiani è ancora disponibile e i gestori delle strutture ricettive hanno fatto uno sforzo per lasciare generalmente invariati i prezzi rispetto allo scorso anno e per proporre pacchetti speciali. Grazie ai last minute, che ormai sono diventati una consuetudine anche per molte aziende agrituristiche, è facile trovare tante soluzioni low-cost che soddisfino la voglia di vacanza e di relax.